La Reina Latina

Il vero protagonista del Super Bowl: l’avocado

Il vero protagonista del Super Bowl: l’avocado

Anche quest’anno il re del Super Bowl (la finalissima del campionato della lega professionistica statunitense di football americano) è stato l’avocado.

Una delle abitudini strettamente legate a questo incontro sportivo è, infatti, proprio il consumo di guacachips (espressione inglese che unisce in una crasi guacamole e chips).

Americano che si rispetti durante questa partita si gusta una bella tazzona di guacamole (la tipica salsa messicana a base di avocado con limone e sale che prevede in alcuni casi anche l’aggiunta di pomodori, peperoncino e cipolla) servendosi con l’aiuto di nachos (triangolini, tipo patatine, di mais che per via della loro forma a barchetta si trasformano in delle specie di cucchiaini commestibili).

Generalmente l’appuntamento sportivo del Super Bowl si gioca la prima domenica di febbraio (nel 2021, domenica 7 febbraio).

Proprio durante le prime 5 settimane dell’anno l’esportazione messicana di questo frutto tropicale arriva alle stelle. In America se ne vendono più di 100 mila tonnellate.

Si dice che dal Michoacàn, lo stato del Messico produttore di questo frutto, parta un camion pieno di aguacate ogni 8 minuti.

Ogni anno, in questo periodo, tonnellate di aguacate passano la frontiera e “rompono il muro” per piazzarsi sotto forma di guacamole tra il divano e la tv di milioni di americani.

La stella del Superbowl è decisamente lui.

Per spiegarlo con una proporzione: guacamole e nachos stanno al Super Bowl, come i pop corn stanno al cinema.

 

Qui di seguito la ricetta del Guacamole:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *