La Reina Latina

Trova le differenze SANREMO 2021 (seconda serata)

Trova le differenze SANREMO 2021 (seconda serata)

Dall’avvento di Achille Lauro a Sanremo sembra quasi che intorno al Festival si crei più hype per le aspettative relative alle scelte creative e stilistiche dei cantanti che per quelle musicali.

La stravaganza regna sovrana.

Cosa ci impedisce di immaginare ironicamente che i cantanti si siano ispirati a qualcosa o a qualcuno per i loro outfit e per le loro espressioni e performance?

Lady Gaga spostati che Orietta Berti con rinnovato aplomb ci insegna lo stile e l’importanza di osare

Per troppo tempo ci siamo chiesti dove fosse Bugo, non considerando mai l’ipotesi che stesse girando qualche nuova puntata di Scooby Doo

Gaia che si è sempre contraddistinta per eleganza e temperamento tira fuori il suo lato più pernicioso

Lady Gaga chi? (Malika Ayane canta “A star is born” dirige the orchestra Beppe Vessicchiow)

La nuova isola che non c’è è senza dubbio Santa Marinella (Fulminacci in Bennato docet)

Questa è S…anremoooooooo! (Random)

..ma anche, così random, Splinter (il maestro delle tartarughe ninja)

“Magda…ehm scusa Anna tu mi adori? E allora lo vedi che la cosa è reciproca” (Gigi D’Alessio è Furio)

Massimo di Cataldo nel 1995 cantava a Sanremo

Irama nel 1995 nasceva e nel 2021 canta a Sanremo (c’è del mistero)

Gio Evan si trasforma improvvisamente e senza un apparente motivo nel Drake di Hotline Bling

Qui l’unica certezza è che entrambi ricordano montagne verdi

(per pubblicare questo fiore non è stata maltrattata nessuna Marcella Bella)

 

Ma veniamo alle nuove proposte:

“Eeeeeee Carletto chi è” ..c’è chi l’ha cantata e chi mente (Wrongonyou è Carletto, il principe dei mostri)

C’è del Telespalla Bob dei Simpson in questo Davide Shorty

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *