La Reina Latina

Qual è il significato dei braccialetti portafortuna brasiliani?

I braccialetti colorati che mettiamo maggiormente d’estate e che i venditori ambulanti spesso ci propongono di comprare hanno una tradizione interessante legata al Sudamerica, in particolare al Brasile.

Infatti intorno al 1800 a Salvador de Bahia era stata portata da un viaggiatore portoghese, Theodosio Rodriguez de Faria, un’immagine sacra di Gesù chiamata “Signore do Bonfim”.

Anni dopo era diventato popolare come souvenir un nastrino colorato di 47 cm, lungo quanto il braccio destro dell’immagine, che si chiamava Nastrino do Bonfim. Una sorta di antenato dei braccialetti portafortuna.

La tradizione vuole che il nastro venga legato al polso da parte di un’altra persona e fissato con tre nodi: ad ogni nodo si dovrebbe esprimere un desiderio.

Poi sempre secondo la credenza popolare, al naturale scioglimento di questi nodi corrisponderebbe l’avverarsi dei desideri espressi.

Oggi i braccialetti hanno perso l’accezione religiosa e sono più colorati.

Per questo si è creata un’altra sorta di nuova tradizione per cui se il bracciale invece di sciogliersi si rompe..diventerà più forte, in quel momento della vita, il sentimento collegato al colore corrispondente al punto in cui si è spezzato.

Blu/Viola: Pace

Verde: Speranza

Rosso: Amore

Giallo: Fortuna

Rosa: Amicizia

Bianco: Libertà